2019

AQUAS tra i Partner di "Music & Comedy for PEBA", lo spettacolo per abbattere le barriere architettoniche

Risultati immagini per music and comedy for peba

lo spettacolo proposto dalla associazione Peba Onlus  in programma lunedì 1 aprile, alle 20,30, presso il Teatro Dal Verme (via S. Giovanni sul Muro, 2). Sul palco i grandi protagonisti degli ultimi 30 anni della comicità italiana: dai fasti del Derby Club di Milano, passando per la televisione e il teatro canzone, fino ad arrivare ai giorni nostri e al web. Per fare solo qualche nome: Legnanesi, Enrico Beruschi e Beppe Altissimi, Davide Malgaro (giovanissimo talento della comicità italiana, vincitore del 22° Festival del Cabaret di Martina Franca), il mago Linus.
Nell’arco della serata, Daniele Massaro, ambasciatore per Peba Onlus, consegnerà il premio alla carriera e l’incarico di testimonial per Peba Onlus 2019-2020 ad un grande artista italiano.
Music & Comedy For Peba Onlus ha il patrocinio del Senato della Repubblica, di Regione Lombardia, di Città Metropolitana, del Comune di Milano e dei Comuni di Lecco, Erba, Sesto San Giovanni e Ponte Lambro. L’evento è realizzato in collaborazione con l’associazione dei laureati del Politecnico di Milano Alumni Polimi, con cui Peba Onlus ha sottoscritto un protocollo di intesa triennale, e la Federazione Ordini Farmacisti Italiani. Main partner Il Viaggiator Goloso e Ade.
L’accesso allo spettacolo è gratuito (inizio ore 20.30) ma è possibile prenotare il biglietto numerato online per assicurarsi un posto.

Memorial Giovanni Marra
Sport e solidarietà in campo con le Forze dell’Ordine : Torna il Trofeo Interforze in ricordo del Presidente del Consiglio comunale di Milano scomparso nel 2004

20 marzo 1

Milano, 20 marzo 2019 – Umanità e impegno civico. Sono i valori alla base del Trofeo Interforze “Memorial Giovanni Marra”, presidente del Consiglio Comunale di Milano scomparso ad aprile 2004, che riporterà in campo per il quarto anno consecutivo le rappresentative delle Forze civili e militari.

Nato nel 2016, il Trofeo Interforze collegato al Memorial Giovanni Marra ha il duplice obiettivo di riconoscere l’impegno di chi ogni giorno è al servizio della comunità e del cittadino e di creare un’occasione di svago e aggregazione attraverso la sana pratica dello sport che sostenga la solidarietà.

"Un evento entrato ormai a far parte della tradizione di questa città - ha detto il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé -, capace di coniugare sport e solidarietà, e di incarnare appieno lo spirito di Milano. Siamo lieti di sostenere questa iniziativa che, oltre a ricordare un politico capace e generoso, mette insieme più istituzioni con l'intento di sensibilizzare tutti su temi di grande importanza, quali la prevenzione e il primo soccorso, la donazione organi e l'impegno contro la violenza".

“Il rispetto degli altri e l’onestà – dichiara Roberta Guaineri – sono i valori fondamentali alla base di qualsiasi disciplina sportiva, gli stessi valori che regolano la vita di una comunità. E la correttezza sul campo è la stessa che deve guidare il comportamento di ogni cittadino nella vita quotidiana. Per questo, salutiamo con gioia la quarta edizione del Trofeo Interforze, che unisce così tanti elementi positivi in nome di un uomo che li impersonava con dedizione e semplicità”.

Uno degli obiettivi del Trofeo, organizzato dall’associazione AQUAS, è quello di sensibilizzare sul tema della cardio protezione, sul primo soccorso e sull’importanza di una sempre maggiore diffusione di defibrillatori – grazie al partner Iredeem nei prossimi mesi ne verranno collocati uno presso un distaccamento dei Vigili del Fuoco e un altro presso la Casa di Reclusione di Milano Opera – ma anche su altre importanti tematiche attraverso collaborazioni con realtà quali A.I.D.O. Gruppo Speciale Milano sul tema della prevenzione e della donazione e l’Associazione PEBA per l’abbattimento delle barriere architettoniche su gli edifici pubblici di tutta Italia.

“Dalle tante premesse, la quarta edizione del ‘Trofeo Interforze - Memorial Giovanni Marra’ si preannuncia come un evento importante che saprà catalizzare interesse e partecipazione grazie alle forze dell’ordine, allo sport ma anche a temi come la solidarietà e la lotta ad ogni forma di violenza - ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia - Lo sport è il miglior modo per unire e per aggregare e rappresenta una scuola di vita eccezionale. La fatica, l'impegno, la costanza, l'onestà sportiva e il rispetto dell'avversario sono alla base del vivere in una società moderna”.

In questa edizione il Trofeo vuole lanciare anche un altro forte messaggio contro la violenza di ogni genere e scenderà in campo per “Dare un calcio alla violenza”; la campagna è stata presentata il 21 febbraio scorso presso la Casa di Reclusione di Milano Opera alla presenza del Prefetto di Milano e del Presidente Onorario della manifestazione dottor Renato Saccone e di tanti ospiti militari e civili rafforzata, nell’anno dei mondiali di calcio femminile, dalla presenza delle rappresentative di A.C. Milan e di F.C. Inter.

“L’edizione 2019 del Trofeo Interforze Memorial Giovanni Marra, quest’anno avrà qualcosa in più – ha dichiarato Amerigo Fusco, Comandante della Polizia Penitenziaria –: la vicina ricorrenza del 51mo anniversario della prima finale di calcio femminile, sarà l’occasione per porre il focus non solo sull’evento calcistico e sull’importanza di una sempre maggiore diffusione di defibrillatori, ma anche sull’attualissimo tema del contrasto alla violenza di genere e ai maltrattamenti di qualsiasi tipo”.

I gironi di qualificazione della quarta edizione del “Trofeo Interforze – Memorial Giovanni Marra” avranno inizio il 27 marzo per concludersi a giugno con la finalissima e la cerimonia delle premiazioni e della consegna delle targhe “Simbolo di umanità e impegno civico”, il riconoscimento istituito nel 2016 riservato a chi si sia distinto per l’impegno a favore del prossimo.

 https://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/Tutte_notizie/turismo_sport_tempolibero/2019_memorial_giovanni_marra

 

PREMI DI LAUREA GIOVANNI MARRA: 26 febbraio 2019"La CSR e il sistema bancario. Il caso Banca etica" è il titolo della tesi vincitrice del Premio in memoria di Giovanni Marra, Presidente del Consiglio comunale scomparso nel 2004.

46303173765_4890fd638c_b
A consegnare il riconoscimento alla dott.ssa Alessandra Certomà, laureata all'Università La Sapienza di Roma, sono stati, durante la cerimonia di premiazione a Palazzo Marino, il Presidente  Bertolé e l'assessore  Majorino. Con loro, Angelo Marra, fratello di Giovanni, e due membri della Commissione: Giancarlo Rovati, dell'Università Cattolica del Sacro cuore e Cesare Giannoni, dottore commercialista."Ogni anno, dal 2005, ci troviamo per ricordare e rilanciare il messaggio positivo lasciato a tutti quelli che si occupano di Milano da Giovanni Marra, con il suo impegno e il suo lavoro per le istituzioni", hanno detto il Presidente Bertolé e l'assessore Majorino. "Un modo di fare politica sempre attento al confronto e al rispetto delle idee e delle posizioni altrui, un esempio da seguire in un momento storico come quello che viviamo, fatto di toni e scontri politici molto duri". http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/Tutte_notizie/presidente_consiglio_comunale/tesi_caso_banca_etica

 ALLA CASA DI RECLUSIONE DI OPERA PER "DARE UN CALCIO ALLA VIOLENZA" E DONARE UN DEFIBRILLATORE

opera 4
Milano  21 febbraio 2019:
Milano. Tanti illustri ospiti sono scesi in campo “virtualmente” alla Casa di Reclusione di Milano Opera, una grande formazione guidata dal Prefetto di Milano e presidente onorario della manifestazione, Renato Saccone e composta da” eccellenze” nei propri ruoli tra cui: il Provveditore regionale Luigi Pagano, il Direttore della Casa di Reclusione Silvio di Gregorio, il comandante della Guardia di Finanza Stefano De Braco, la 1° Dirigente Polizia di Stato Stefania Marrazzo, il comandante del Reparto Operativo dell’Arma dei Carabinieri Colonnello Luigi Manzini, il comandante della Polizia Stradale Paolo Barone, il comandante dei Vigili del Fuoco Carlo Dall’Oppio, il capo Ufficio Comando Aeronautica Militare Alberto Barugolo, il comandante della Polizia di Milano Marco Ciacci, l’assessore Regione Lombardia Melania Rizzoli, l’europarlamentare Lara Comi, la delegata del CONI Milano Claudia Giordani ed il direttore Partecipazione e Sport del Comune di Milano Andrea Zuccotti. “Una bellissima iniziativa che unisce tutte le istituzioni – ha detto il prefetto -. Un momento di incontro che seppur nella sua piacevolezza, lancia un forte e chiaro messaggio contro la violenza di ogni genere e sulla cardio protezione e che sottolinea che la normale rivalità sportiva sul campo trova altrettanta grande unione sui temi sociali”. Nel corso della serata sono state consegnate alcune targhe “Simbolo di Umanità ed impegno civico”. Il riconoscimento è stato istituito nel 2016 e riservato a chi si evidenzi per l’attenzione per il prossimo. Queste le motivazioni: al Prefetto Saccone: “Quando professionalità ed impegno si coniugano con a sensibilità, disponibilità ed attenzione per il prossimo”.
Alle rappresentative femminili di Inter e Milan: “Un simbolo nello sport, un esempio per la solidarietà ed il sociale”.Ad Amerigo Fusco, comandante della Polizia Penitenziaria di Opera: “Per il costante entusiasmo e propositività, per la presenza e la passione nel lavoro e per il prossimo”. Ed il cuore, comune denominatore delle attività collegate al Trofeo Interforze è stato ancora protagonista della serata attraverso la donazione di un defibrillatore alla Casa di Reclusione da parte del Comitato del Trofeo e del Partner Iredeem Philips.